Le lingue per il lavoro, quali sono le più richieste?

Le lingue più richieste dal mondo del lavoro: quali sono?

Indaghiamo quali sono le lingue da conoscere oggi per il lavoro e quali sono gli sbocchi più attesi.

LE LINGUE STRANIERE PER LAVORARE.

Le sfide della sfera professionale sono sempre più articolate, specie in clima di cambiamenti così importanti come quelli che stiamo vivendo. La loro cifra comune è rappresentata dalla velocità con cui si manifestano e dalla loro progressiva estensione geografica. Le aziende hanno più che mai bisogno di ampliare gli orizzonti commerciali, o almeno di prepararsi a uno scenario nuovo. Per vincere i profondi cambiamenti in atto è necessario individuare le aziende adeguate con cui iniziare altrettanto nuove collaborazioni, direttamente oppure in sinergia con la loro clientela, per offrire prodotti innovativi da immettere nel mercato. Quindi diventa fondamentale organizzare l’apprendimento delle lingue straniere all’interno della propria azienda, per poter contare su personale più preparato, produttivo, anche attraverso incentivi di carriera. Ma quali sono le lingue più richieste per l’ambito di lavoro?

Le lingue più richieste dal mondo del lavoro: quali sono?

L’inglese è la regina delle lingue utilizzate in ambito lavorativo, da sempre al vertice.

LE LINGUE DEI PAESI UE: INGLESE E TEDESCO.

Di sicuro l’inglese è la lingua regina in ambito aziendale e, in genere, professionale. E non lo è solo entro i paesi dell’Unione Europea, ma per tutte le realtà extraoceaniche, come, per fare solo qualche esempio, quelle del continente nordamericano, il Sud Africa e l’Australia. L’inglese viene insegnato a scuola, ormai fin dai primi anni, e il suo apprendimento prosegue fino agli studi universitari, spesso con certificazioni più o meno ricche a seconda del percorso di laurea. Sono proprio le certificazioni che aiutano trasformare il proprio curriculum vitae, fornendo ai recruiter quelle garanzie indiscusse di competenza. Tuttavia accade che non si riesca a perfezionare a dovere questa lingua durante il percorso accademico o, più semplicemente, che la si dimentichi proprio quando viene il momento di utilizzarla nel lavoro, sia durante la ricerca dell’impiego sia, appunto, durante la redazione del curriculum vitae. Corsi intensivi e di perfezionamento aiutano molto a riprendere il suo possesso fluido e sicuro, come richiesto in ambito lavorativo.
Nel panorama delle lingue comunitarie, non si può fare a meno di ricordare quanto sia importante conoscere il tedesco, specie per ambire a contratti di livello alto. Per tutti coloro che aspirano a lavorare nei settori industriali e del commercio, degli affari internazionali e in ambito economico-finanziario, una conoscenza adeguata della lingua tedesca è indispensabile. Peraltro non bisogna dimenticare che la Germania è il Paese europeo con il PIL più alto, si trovano aziende di primo livello, dalla grande tradizione manifatturiera e protagoniste dell’innovazione globale. Ma tedesco non significa solo Germania perché la lingua è parlata anche in Austria, in Svizzera – nazioni che confinano con il nostro – ed è utilizzata anche in Lussemburgo, Belgio e Olanda.

Le lingue più richieste dal mondo del lavoro: quali sono?

Conoscere le lingue straniere in ambito lavorativo è utile anche per la stesura del proprio curriculum vitae.

LE ALTRE LINGUE DEI PAESI UE.

Fra le lingue comunitarie, assai preziosa è la conoscenza della lingua francese, di quella spagnola e portoghese. Ad accomunare l’importanza del loro apprendimento è il settore turistico, ma non solo, specie per quella francese, anche le relazioni commerciali e di export, ad esempio quelle tra Italia e Francia.
Quanto allo spagnolo, i suoi punti di forza indiscussi sono larga diffusione, specie in tutto il continente americano, e la sua maggiore immediatezza di apprendimento. Non che sia una passeggiata, ma di sicuro lo spagnolo è fra le lingue più vicine alla nostra. Infine, il portoghese, lingua musicale e parlata, oltre in Portogallo, in una grande realtà nazionale come il Brasile e in molti stati del continente africano.

Le lingue più richieste dal mondo del lavoro: quali sono?

La conoscenza delle lingue straniere aiuta nel lavoro anche durante le video call e le web conferencies.

LE LINGUE EXTRAEUROPEE, CONOSCENZE DA SCOPRIRE.

Quanto ai paesi extra UE e alle possibilità che oggi offrono, bisogna tenere ben presenti gli scambi commerciali con l’estremo Oriente. Grazie a essi, la lingua cinese appare sempre più centrale, specie nel settore del commercio all’ingrosso. Proprio la Cina è fra i paesi con cui i rapporti commerciali, secondo le previsioni, andranno intensificandosi negli anni a venire. Nonostante questi forti incentivi all’apprendimento, il cinese non è certo una lingua facile, ma con la giusta passione e la necessaria volontà di applicarsi, saprà dare grandi soddisfazioni ai suoi studenti.
Infine, l’arabo, lingua parlata in tutto il Medio Oriente, uno scenario imprescindibile per tutte le aziende che vogliono allargare gli orizzonti di imprenditorialità. Certo, non è facile apprendere questa lingua, le difficoltà sono molto vicine, per livello, a quelle della lingua cinese. Eppure, anche per l’arabo, le previsioni del suo impiego commerciale sono in deciso incremento.

RICHIEDI INFORMAZIONI SUI CORSI DI LINGUE STRANIERE PER LA TUA AZIENDA:

Consenso al trattamento dei dati da parte di FormadHoc, secondo il disposto del Regolamento UE 679/2016 (GDPR) e l'Informativa sulla Privacy pubblicata in questo sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *